Una mostra d’arte sotto l’abero

Tra Natale, Capodanno ed Epifania è il momento giusto per dedicarsi alla visita di qualche retrospettiva o esposizione per la quale magari non si aveva avuto tempo prima. Ecco le mostre imperdibili, regione per regione.

VALLE D’AOSTA, PIEMONTE E LIGURIA
In Valle d’Aosta, obbligatoria una gita al Forte di Bard (Ao), dove è allestita la mostra “I capolavori dell’Accademia Nazionale di San Luca. Da Raffaello a Balla” che mostra 115 opere rappresentative della preziosa collezione di una delle più antiche e importanti istituzioni culturali italiane, costituitasi a partire dal Seicento. Dura fino al 7 gennaio, così come la mostra sul World Press Photo 2017.

Tra le tante mostre allestite a Venaria Reale (To) da non perdere “Giovanni Boldini”, 100 capolavori tra olii e pastelli fino al 28 gennaio: l’occasione per una visita alla reggia. A Torino consigliamo a Palazzo Chiablese la mostra “Miró! Sogno e Colore”, 130 opere del tardo periodo dell’artista (fino al 14 gennaio); tra le tante mostre a Palazzo Madama, interessante “Odissee. Diaspore, invasioni, migrazioni, viaggi e pellegrinaggi” (fino al 19 febbraio), che racconta il cammino dell’umanità sul pianeta Terra attraverso moltissimi oggetti, tra cui dipinti, sculture, ceramiche antiche, reperti etnografici e archeologici.
Al Galata Museo del Mare di Genova, fino al 25 febbraio la piccola mostra Artists for whales, evento di “contaminazione” tra arte e scienza organizzato per la salvaguardia e la conservazione dei grandi mammiferi marini del Mediterraneo: esposte oltre quaranta opere di trenta artisti. A Palazzo Ducale, capolavori di Picasso dal Museo Picasso di Parigi (fino a maggio 2018) e Rubaldo Merello, uno tra i più interessanti e originali pittori liguri del Novecento (fino al 4 febbraio).
testata-pagina-vel-pic.jpg
Giovanni Boldini a Venaria Reale (To)
LOMBARDIA
Molto ricco il programma di Milano: a Palazzo Reale sono in corso le tre grandi mostre evento su Caravaggio, Toulouse-Lautrec e James Nachtwey, pluripremiato fotografo americano, considerato universalmente l’erede di Robert Capa; alle Gallerie d’Italia, in piazza Scala, i protagonisti sono gli autori del “Dopo Caravaggio”, e di fianco, a Palazzo Marino, fino all’8 gennaio ci si può inchinare dinanzi alla Sacra conversazione di Tiziano proveniente da Ancona (fino al 14 gennaio). Meno fanfara ha avuto il capolavoro di Perugino presentato al Museo Diocesano: un’Adorazione dei pastori che si presta per essere visitata nei giorni attorno al Natale. Per gli amanti dell’arte moderna, Leon Golum e Artists from Chicago alla fondazione Prada.

Sempre a Milano, per festeggiare i suoi primi 60 anni Esselunga allestisce allo spazio The Mall (porta Nuova) una “supermostra”, che racconta in modo divertente le tappe storiche più importanti dell’azienda e contemporaneamente la realtà italiana dal 1957 in poi: la musica, il cibo, il design, la casa, la spesa. Un vero e proprio show con installazioni, filmati e momenti di interattività.

Al Ma*ga di Gallarate (Va) ha appena inaugurato una grande mostra dedicata all’attività pittorica e grafica di Jack Kerouac, una delle icone letterarie del XX secolo; si chiama “Kerouac – Beat Painting” e durerà fino al 22 aprile. “A Life: Lawrence Ferlinghetti. Beat Generation, ribellione,poesia” è titolo invece della mostra a Brescia (Museo di Santa Giulia, fino al 14 gennaio) che mette in luce l’importanza della figura di Lawrence Ferlinghetti, poeta, pittore, editore e agitatore culturale americano di origini bresciane, nel panorama letterario degli anni Cinquanta e Sessanta, e in particolare all’interno del movimento della Beat Generation.

Una piccola mostra ma molto interessante a Casalmaggiore (Cr), che nel museo a lui dedicato rende omaggio al pittore Giuseppe Diotti (fino al 28 gennaio), protagonista della pittura della prima metà dell’Ottocento. Ricordiamo anche le fotografie di Doisneau al Broletto di Pavia (fino al 28 gennaio).
VENETO
Se fate un giro a Venezia, non perdete la mostra alla fondazione Peggy Guggenheim fino al 7 gennaio: si chiama “Simbolismo mistico. Il Salon de la Rose+Croix a Parigi 1892–1897” e racconta i saloni allestiti a Parigi al fine di presentare i principi dell’ordine dei Rosacroce, confraternita di natura esoterico-religiosa, legati a un’idea di arte che fosse mistica, idealista e al servizio della “bellezza”. Sempre a Venezia, “Canova, Hayez, Cicognara” alle Gallerie dell’Accademia (fino al 2 aprile).
Fino all’8 aprile alla Basilica Palladiana di Vicenza è allestita la grande e affollatissima mostra su Van Gogh (fino ad aprile); se siete in città, non mancate anche gli affreschi restaurati di Tiepolo esposti ora al Palladio Museum (fino al 18 febbraio). Alla fondazione Benetton di Treviso fino al 14 gennaio è organizzata la curiosa “Lotterie, lotto, slot machines”, che racconta la storia dei giochi di fortuna; potreste abbinarla alla mostra “Illustri persuasioni. Tra le due guerre”, che il Museo nazionale Collezione Salce, sempre a Treviso, dedica all’arte pubblicitaria tra la prima e la seconda guerra mondiale (fino al 14 gennaio).

A Castelfranco Veneto (Tv) continua fino al 4 marzo “Le trame di Giorgione”, interessante percorso dedicato all’artista.

The dawn of Labour, Maurin, alla fondazione Guggenheim di Venezia
TRENTINO ALTO ADIGE E FRIULI VENEZIA GIULIA
A Villa Manin di Passariano (Ud) si intitola “Maria Teresa e Trieste. Storia e culture della città e del suo porto” la mostra organizzata fino al 18 febbraio in occasione del trecentesimo anniversario della nascita di Maria Teresa d’Austria. Nell’ambito dei festeggiamenti, anche la mostra al Magazzino delle idee di Trieste (fino al 18 febbraio): l’ideale per un tour tra provincia e città. A Gorizia, invece, a Palazzo Attems Petzenstein (sino al 25 marzo), “La Rivoluzione russa. Da Djagilev all’Astrattismo (1898-1922)”.
Al Mart di Rovereto (Tn) il protagonista fino al 2 aprile è invece “Realismo Magico – L’incanto nella pittura italiana degli anni Venti e Trenta”, con opere di Cagnaccio di San Pietro, Felice Casorati, Antonio Donghi, Achille Funi, Carlo Levi e Ubaldo Oppi.
Maria Teresa d’Austria protagonista a Trieste
EMILIA ROMAGNA E TOSCANA
Se vi trovate a Bologna è stata appena inaugurata “Revolutija”: 72 quadri arrivati dal Museo di Stato Russo di San Pietroburgo (fra cui alcuni capolavori come Passeggiata di Chagall, Quadrato nero di Malevich, Su bianco di Kandinsky), 40 foto originali, due sculture, tre video esposti al MAMbo fino al 13 maggio. A Palazzo Albergati, fino all’11 febbraio, “I rivoluzionari del Novecento”, con 200 opere dall’Israel Museum di Gerusalemme.
A Reggio Emilia, invece, focus su “Kandinsky Cage – Musica e Spirituale nell’Arte” a palazzo Magnani fino al 25 febbraio mentre a Modena continua fino al 4 febbraio la mostra “Sequenza sismica” al Mata (sette forografi raccontano il terremoto che ha colpito il nostro paese tra il 2009 e il 2016). All’abbazia di Valserena (Pr) ecco la mostra “Ettore Sottsass. Oltre il design”, curata dal Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma: nel 1979 il designer donò quasi 14.000 materiali progettuali fra schizzi, bozzetti disegni e sculture proprio allo CSAC che nel centenario della nascita dell’autore ha deciso di ideare questo importante progetto espositivo ed editoriale (fino all’8 aprile). Ricordiamo anche Carlo Bononi fino al 7 gennaio a Ferrara (Palazzo dei Diamanti).

A Firenze continua la mostra a Palazzo Strozzi “Il Cinquecento a Firenze – Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna” (fino al 21 gennaio); se siete in visita in città, non mancate la lunetta Antinori di Giovanni della Robbia tornata in Italia dopo 120 anni (fino al 3 aprile al Museo del Bargello). A Pistoia, si celebra Marino Marini con “Passioni visive”, la prima retrospettiva che ambisce a situare il Maestro organicamente nella storia della scultura: l’esposizione, a Palazzo Fabroni fino al 7 gennaio, è uno dei momenti di punta delle Celebrazioni di Pistoia Capitale italiana della Cultura 2017.

Marino Marini a Pistoia​
MARCHE E UMBRIA
Tra le mostre in programma nelle Marche, a Loreto (An) fino ad aprile “L’arte che salva. Immagini della predicazione tra Quattrocento e Settecento. Crivelli, Lotto, Guercino”, finalizzata alla valorizzazione e alla tutela del patrimonio artistico e culturale dei luoghi colpiti dal sisma ed al rilancio dal punto di vista turistico ed economico degli stessi.

“Capriccio e Natura: Arte nelle Marche del secondo Cinquecento” è una mostra che coglie l’occasione del temporaneo trasferimento dei dipinti della Chiesa di Santa Maria delle Vergini a Macerata ai Musei civici di Palazzo Buonaccorsi per un ripensamento completo di quel cantiere e del suo ruolo nell’arte delle Marche alla fine del XVI secolo. Fino al 13 maggio.

Per il periodo natalizio a Spoleto (Pg) va in mostra l’arte contemporanea: l’esposizione “Black Light Art” (fino al 25 febbraio) alla Rocca Albornoziana riguarda una serie di suggestive opere luminescenti all’interno ed esterno della struttura; altra mostra è “II gioco della pittura. La collezione di carte dipinte di Paola Masino”, che si pone l’obiettivo di considerare la carta da gioco come opera d’arte, fino al 2 aprile al Mag MetaMorfosi Art Gallery in piazza Duomo.

Crivelli in mostra a Loreto (An)
LAZIO
A Roma potrete ammirare i capolavori di Monet provenienti dal Musée Marmottan di Parigi in mostra al complesso del Vittoriano, così come, in un’altra ala, le immagini di “100 anni di fotografia Leica”. Invece all’Ara Pacis ecco “Hokusai. Sulle orme del Maestro”: mostra che fa luce sull’artista confrontando la sua produzione con quella dei suoi eredi (fino al 14 gennaio). Segnaliamo anche “Picasso tra cubismo e classicismo” alle Scuderie del Quirinale (fino al 21 gennaio) e “Konrad Mägi” alla Galleria Nazionale, su un grande e poco conosciuto artista estone (fino al 28 gennaio). A Palazzo Barberini, è in corso una mostra dedicata ad Arcimboldo, precursore di dadaismo e surrealismo (fino all’11 febbraio).
Arcimboldo a Palazzo Barberini, Roma
CAMPANIA E PUGLIA 
Al Pan di Napoli prosegue fino al 28 gennaio la visitatissima mostra fotografica del maestro Sebastiano Salgado, “Genesi”, progetto iniziato nel 2003 e durato 10 anni, canto d’amore per la terra e un monito per gli uomini: 245 le immagini sul nostro pianeta che compongono un itinerario fotografico in un bianco e nero di grande incanto. Poi si può riscoprire il Museo di Capodimonte cogliendo l’occasione per ammirare l’allestimento intorno a “La parabola dei ciechi” di Pieter Bruegel il Vecchio (nell’ambito di “L’Opera si Racconta”, ciclo di mostre-focus che mette in risalto dipinti, sculture e oggetti d’arte selezionati tra le 47mila opere delle collezioni, raccontati in una chiave nuova e in dialogo con altre opere).

Sta suscitando grandi emozioni la mostra dedicata a Sandro Chia presso la Pinacoteca Metropolitana di Bari. Di particolare impatto visivo le dieci grandi sculture, copie 1/1 in terracotta tratte da altrettanti elementi del celebre esercito di guerrieri dell’imperatore Qin Shi Huang ritrovate in Cina, nei pressi di Xi’an, nel lontano 1974, rielaborate dal grande artista toscano con la sua personale, vivacissima cromia (fino al 31 marzo).

Genesi, di Sebastiao Salgado, a Napoli​
SICILIA E SARDEGNA
Maria Cernuschi Ghiringhelli è stata una figura unica nel panorama dell’arte italiana tra le due guerre: all’inizio del 1930 divenne un’appassionata sostenitrice dell’arte astratta italiana e internazionale, riuscendo a intercettare le proposte più innovative con una grande autonomia di giudizio. La sua figura è tratteggiata da una mostra al Man di Nuoro (fino al 25 febbraio), “Una visione astratta”.
A Palermo dura fino al 7 gennaio la mostra “Andy Warhol – L’Arte di essere famosi” a Palazzo Sant’Elia: esposti 180 differenti soggetti, tra opere uniche, multipli ed oggetti d’arte, della Rosini Gutman Collection, che abbracciano gran parte dell’intero percorso artistico ed iconografico dell’artista, dal 1957 al 1987.
Andy Warhol a Palermo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...